Il 20 e 21 marzo, a Roma, la Conferenza Nazionale sul Trasporto Aereo

Prende il via oggi a Roma la Conferenza nazionale sul Trasporto Aereo e gli Aeroporti.
Un evento importantissimo per il settore del trasporto aereo che verrà aperto dal Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte e del vice presidente e Ministro dell’Interno Matteo Salvini.
A seguire, gli interventi del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli e del Sottosegretario di Stato Armando Siri che introdurranno e apriranno il programma di lavoro della giornata.
I lavori saranno divisi in quattro “Panel” di discussione. Parteciperà in prima persona alla discussione insieme ad una delegazione composta da Valentina Palmeri e Stefania Campo, portavoce dell’Assemblea regionale siciliana del Movimento 5 Stelle, dal Dott. Giovanni Catania, Responsabile giuridico presso il mio ufficio di diretta collaborazione alla Presidenza del Consiglio e dalla D.ssa Floriana Carlino, dottore commercialista e revisore legale.
In particolare, interverrò nella discussione su “Reti e Intermodalità” all’interno del panel “Gestione sistema aeroportuale nazionale e delle reti aeroportuali”. Allo stesso panel prenderà parte anche la Dott.ssa Floriana Carlino che interverrà su “Modelli gestionali nelle diverse realtà dei paesi dell’UE e individuazione di best practices”.

Le due portavoce Valentina Palmeri e Stefania Campo affronteranno rispettivamente le tematiche delle “Politiche per la sostenibilità ambientale” nel panel “Innovazione tecnologica e sviluppo sostenibile” e del “Rafforzamento dell’agenda sociale e creazione di posti di lavoro di alta qualità nel settore dell’aviazione” nel panel sui “Protagonisti del trasporto aereo”.

Il Dott. Giovanni Catania parteciperà ai lavori su “Aiuti di Stato e impatto delle nuove regole UE” nel panel su “Trasporto aereo tra regolazione e mercato”.

Quella di oggi rappresenta una grande occasione per un confronto aperto con istanze di livello nazionale. Uno strumento straordinario per intensificare la nostra azione sulla riorganizzazione di un settore vitale come quello del trasporto aereo.
L’Aeroporto di Trapani/Birgi ha pagato un prezzo troppo alto, dovuto principalmente alla disorganizzazione di questo settore che dal 2016 è stato lasciato in balìa di manovre politiche e interessi commerciali che a loro volta hanno scatenato una concorrenza selvaggia tra aeroporti di proprietà di enti pubblici.
Al contrario, compito dello Stato è quello di garantire l’interesse primario dei cittadini e degli operatori turistici a godere di servizi di trasporto stabili, nel rispetto dell’equilibrio finanziario degli aeroporti minori che rappresenteranno anche in futuro lo snodo cruciale di servizi di interesse generale sui territori oggi connessi poco e male alle reti infrastrutturali nazionali.

La partecipazione a questo evento inevitabilmente porterà alla ribalta il “caso Trapani” che potrà costituire per il Governo un precedente importante da cui trarre una lezione utile ad evitare il ripetersi di errori di programmazione e la distorsione del mercato. Entrambi, questi ultimi, fattori causali del declino di Birgi.

L’obiettivo della nostra presenza alla Conferenza è il confronto delle nostre idee con le più qualificate espressioni istituzionali e tecniche del Paese, al fine di irrobustirle nella prospettiva delle reti aeroportuali regionali e macroregionali.
È arrivato il momento di affrontare il tema di una sana gestione pubblica degli scali, un argomento che interessa molto da vicino la Sicilia, la cui posizione geografica e situazione economica non consentono di tergiversare, richiedendo immediati interventi strategici in un’ottica di sviluppo pluriennale al riparo da speculazioni politiche e commerciali.

Per affrontare con onestà intellettuale questi argomenti bisogna prima però scongiurare ogni intervento di privatizzazione che, in questa fase, sarebbe vantaggioso solo per i privati, e in seguito avviare una sana Gestione pubblica unitaria degli aeroporti dell’Isola.
Contiamo nel fatto che nell’ambito di un confronto aperto, non falsato dallo scontro politico e da informazioni distorte, le nostre idee e le conoscenze maturate negli anni in materia di regolazione, equilibrio finanziario degli aeroporti minori, di aiuti di stato e in generale di trasporto aereo, possano fornire un importante e valido contributo per la discussione generale.