La mia settimana #19

È appena terminata una settimana molto impegnativa.
Infatti, abbiamo lavorato incessantemente per valutare se era possibile migliorare ancora di più il disegno di legge n. 1209 di conversione del decreto legge n. 109/2018 recante “Disposizioni urgenti per la città di Genova, la sicurezza della rete nazionale delle infrastrutture e dei trasporti, gli eventi sismici del 2016 e 2017, il lavoro e le altre emergenze” (c.d. Decreto Genova e altre emergenze) che sto seguendo durante il corso del suo iter legislativo.

Il testo, già risolutivo e scritto con grande attenzione, si sta arricchendo grazie al dibattito parlamentare. Abbiamo concluso l’esame in commissione all’alba di martedì, dopo un’intera notte passata ad esaminare e votare gli emendamenti presentati. Il decreto è quindi approdato in Aula nella giornata di giovedì e il suo esame proseguirà la prossima settimana, per essere concluso con il voto finale della Camera dei Deputati entro mercoledì 31 ottobre.

Martedì ho partecipato all’incontro tra il Ministro per il Sud, Barbara Lezzi, e l’associazione trapanese del V Ateneo – “Università del Mediterraneo”. Al centro, il tema della fuga di cervelli dalla Sicilia, oltre che, in generale, dal nostro Paese. Vogliamo promuovere a livello regionale un rilancio economico, sociale e culturale del nostro territorio, affinché Trapani e la Sicilia tornino ad essere centri di rifermento importanti anche dal punto di vista accademico!

Mercoledì, invece, è arrivato l’ok dell’Aula del Senato al disegno di legge n. 510 sul voto di scambio politico-mafioso. Chiunque prenderà o porterà i voti della mafia, promettendo favori in cambio sarà punito con la massima severità rischiando fino a 15 anni di carcere e l’interdizione dai pubblici uffici.

Venerdì mi sono recato ad Enna per la presentazione del libro di Maurizio Oddo dal titolo “Pergusa. Dal Mito alla Modernità”. Un’occasione per ricordare il Mito di Pergusa e le meraviglie ambientali di uno dei luoghi più affascinanti della Sicilia.

Alle 16 di oggi, invece, parteciperò con grande piacere all’incontro con gli studenti trapanesi per discutere dei problemi riguardanti le scuole del territorio. L’istruzione e la formazione sono alla base di tutto e i nostri studenti rappresentano il futuro della nostra società. Le loro istanze non possono essere ignorate!