La mia settimana #33

Si è appena conclusa un’altra settimana molto importante, iniziata, lunedì, con la presentazione della piattaforma dove è possibile reperire le informazioni più importanti sul Reddito di Cittadinanza, come requisiti, modalità e procedura per accedervi.
Chiunque, a partire dal 6 marzo, potrà presentare domanda corredata del proprio ISEE: online sul sito www.redditodicittadinanza.gov.it dotandosi sin da subito dell’Identità digitale Spid (presso qualsiasi sportello postale o presso altro gestore accreditato), presso tutti gli uffici postali o presso i Centri di Assistenza Fiscale.

Nelle giornate di martedì, mercoledì e giovedì, in Senato, abbiamo discusso e poi approvato il #TagliaPoltrone: il nostro disegno di legge di riforma costituzionale con il quale intendiamo ridurre il numero di parlamentari. Abbiamo previsto un taglio di 345 poltrone. Il numero dei deputati eletti passerà da 630 a 400, mentre il numero dei senatori da 315 a 200. In questo modo renderemo il Parlamento più efficiente, la procedura legislativa più veloce e risparmieremo quasi mezzo miliardo di euro a legislatura!

Questo disegno di legge costituzionale procede in parallelo all’altra nostra riforma, introduttiva del referendum propositivo. Entrambe rientrano in un progetto più ampio di riforma del testo costituzionale, che stiamo portando avanti insieme al Ministro della Democrazia Diretta, Riccardo Fraccaro, sin dal nostro insediamento. Il nostro obiettivo è quello di combattere la crisi della rappresentanza e intendiamo farlo potenziando il procedimento legislativo eliminandone gli inutili rallentamenti e introducendo nuovi istituti di democrazia diretta, come il referendum propositivo. Crediamo fermamente che sia questa la strada da seguire per far tornare la fiducia nelle istituzioni e per coinvolgere sempre più i cittadini nelle scelte politiche.

Sempre nella giornata di giovedì, in Aula alla Camera dei Deputati, abbiamo approvato il decreto semplificazioni, che adesso è ufficialmente legge dello Stato. Un provvedimento molto importante con il quale abbiamo aumentato di ben 25 volte i canoni delle concessioni e bloccato qualsiasi nuova forma di prospezione in mare e sulla terra. Nel decreto abbiamo inserito anche la “norma Bramini” che impedisce il preventivo sfratto del debitore dall’immobile oggetto di esproprio fino alla effettiva vendita lo stesso. E ancora, abbiamo incentivato la creazione di nuove Zes (zone economiche speciali) che consentono di operare in regime di sospensione dell’imposta Iva; lo stanziamento dei fondi per i familiari delle vittime della tragedia di Rigopiano; l’obbligo di indicare in etichetta l’origine di tutti gli alimenti; la semplificazione delle procedure di installazione della banda ultralarga; l’istituzione del registro elettronico nazionale per la tracciabilità dei rifiuti.

La prossima settimana sarò alla Camera per il seguito dell’esame della nostra riforma costituzionale sul referendum propositivo. Siamo vicini alla conclusione della prima lettura, quella più lunga e impegnativa, che ci ha visto accogliere diverse osservazioni delle opposizioni per giungere ad un testo il più possibile condiviso con tutte le altre forze politiche. In Senato continueranno i lavori della Commissione Lavoro sul disegno di legge n. 1018 di conversione in legge di Reddito di Cittadinanza e Quota100.
Seguitemi!