La mia settimana #37

Si conclude un’altra importante settimana.
Questa è stata la settimana in cui abbiamo approvato alla Camera dei Deputati il nostro disegno di legge per contrastare il voto di scambio politico-mafioso!
Con questo provvedimento, tramite una modifica all’articolo 416-ter del codice penale, abbiamo previsto un significativo aumento delle pene per tutti quei politici che in cambio di voti offrono denaro o altre utilità ad esponenti della criminalità organizzata.
I fatti di cronaca degli ultimi giorni, che hanno riguardato la provincia di Trapani, fanno emergere per l’ennesima volta azioni criminali che ancora oggi condizionano le tornate elettorali nel nostro Paese.
Il Movimento 5 Stelle si è sempre schierato duramente contro la mafia. Con questo provvedimento intendiamo estromettere qualsiasi forma di criminalità organizzata dalle istituzioni, perché la politica deve rispondere esclusivamente agli interessi dei cittadini che tramite il voto, libero da ogni condizionamento, hanno il diritto di scegliere i loro rappresentanti.
La Camera ha apportato ulteriori modifiche al testo che era stato approvato dal Senato lo scorso 24 ottobre. Adesso manca quindi l’ultimo veloce passaggio al Senato prima della definitiva approvazione!
Martedì sono stato in Aula in Senato per la discussione generale del disegno di legge di conversione del decreto Carige. L’approvazione definitiva è stata votata nella mattina di mercoledì. Come anticipato nelle scorse settimane, si tratta di un provvedimento che abbiamo dovuto adottare in via d’urgenza in una cornice normativa non decisa da noi (prevista dal bail-in) per scongiurare il fallimento dell’istituto. Abbiamo previsto una garanzia dello Stato che serve come copertura per permettere alla Banca di ricapitalizzarsi. A differenza del passato, però, nel nostro provvedimento non ci sono i risparmiatori azzerati e se saremo costretti ad intervenire, la Banca verrà nazionalizzata e passerà in mani pubbliche.
Tuttavia, siamo consapevoli che il caso Carige non è un caso isolato, ma rivela i problemi più grandi delle banche italiane. Contemporaneamente, infatti, stiamo lavorando ad interventi strutturali al fine di evitare che casi come questo possano ripetersi in futuro.
Riteniamo che sia, dunque, indispensabile una vigilanza più attenta a certi fenomeni. Proprio per questo abbiamo accelerato l’iter di approvazione del disegno di legge istitutivo della Commissione bicamerale di inchiesta sul sistema bancario e finanziario, conclusosi la scorsa settimana. Si tratta di uno strumento che vigilerà sul settore bancario con funzioni di verifica dell’operato delle autorità di vigilanza (Consob e Banca d’Italia) per la valutazione della presenza di eventuali conflitti di interesse. Uno strumento che ci permetterà di fare chiarezza sugli scandali bancari (da ultimo quello di Carige) e di tutelare i risparmiatori.
L’Aula della Camera, martedì e mercoledì, è stata impegnata anche nell’esame del disegno di legge sulla legittima difesa. La discussione è iniziata nel pomeriggio di martedì ed è proseguita con le votazioni nella giornata di mercoledì. Al testo già approvato dalla Camera sono state apportate alcune modifiche, pertanto il disegno di legge tornerà al Senato per la terza e ultima lettura e per il voto finale.
A partire da lunedì, con prosecuzione nelle giornate di martedì e mercoledì le Commissioni Lavoro e Affari sociali della Camera dei Deputati hanno iniziato l’esame del disegno di legge su Reddito di Cittadinanza e Quota 100. Si è svolto un proficuo ciclo di audizioni. Sono stati presentati circa 800 emendamenti che saranno discussi e votati in Commissione la prossima settimana. Infine, il provvedimento passerà all’esame dell’Aula.
Reddito di Cittadinanza e Quota 100 sono due provvedimenti che milioni di cittadini in difficoltà attendono da anni e che ci hanno chiesto con forza. Proprio per questo stiamo prestando massima attenzione all’iter di conversione di questo fondamentale decreto, valutando ogni possibile modifica che possa migliorare ulteriormente il testo iniziale.
Nella giornata di sabato sarò a Mazara alle 11 e a Partinico alle 17:30 proprio per parlarvi di queste due importantissime misure.
Seguitemi!