La mia settimana #40

Si conclude una settimana importantissima: Reddito di Cittadinanza e Quota 100 sono ufficialmente LEGGI DELLO STATO!
Nella giornata di mercoledì in Senato abbiamo, infatti, approvato in via definitiva la legge di conversione del decreto contenente Reddito e Pensione di Cittadinanza e Quota 100: tre punti fondamentali del nostro programma elettorale!
Provvedimenti in cui crediamo fermamente per il rilancio del nostro Paese che aiutano immediatamente migliaia di famiglie in difficoltà e vengono incontro a tutti quei cittadini che, dopo anni di lavoro, potranno finalmente godersi il meritato riposo.
Ad oggi ci sono state oltre 220 mila richieste in 20 giorni per il Reddito di Cittadinanza e oltre 100 mila richieste per Quota 100. Numeri destinati ad aumentare costantemente nei prossimi mesi che confermano quanto siano state attese a lungo tempo queste misure dai cittadini.
Mercoledì, al momento della votazione finale, in Aula non siamo riusciti a trattenere l’emozione. Abbiamo lottato a lungo per raggiungere questo storico risultato e ne andiamo fieri.
Con questo iter di conversione abbiamo apportato alcune modifiche al testo iniziale, prevedendo, ad esempio, maggiori controlli per i “furbetti”, aumentando l’assegno per i nuclei familiari in cui sono presenti persone con gravi disabilità, inserendo l’emendamento “working poor” che contrasta i lavori sotto-pagati e prevedendo piani straordinari di assunzione per realizzare il ricambio generazionale promesso e inaugurato con Quota 100.
Siamo partiti dai più deboli e da chi è stato dimenticato dai precedenti governi. Lo avevamo promesso e, una volta avuta la possibilità, lo abbiamo immediatamente realizzato!
Nella giornata di lunedì ho partecipato a Catania alla “Conferenza Aeroporto e Aerei per la Sicilia”. Un’altra fondamentale occasione di confronto, alla presenza, tra gli altri, del Ministro delle Infrastrutture, Danilo Toninelli, al fine di portare avanti la nostra idea di rilancio degli aeroporti siciliani: la creazione di una Rete aeroportuale pubblica, in grado di mettere a sistema tutti gli aeroporti regionali o macro-regionali e di garantire sicuri vantaggi a tutto il territorio.
La scorsa settimana abbiamo presentato questo nostro progetto di crescita alla Conferenza Nazionale sul Trasporto Aereo, raccogliendo diversi consensi da parte degli autorevoli esperti intervenuti in quella sede, tra i quali quelli del Presidente Enac, Nicola Zaccheo.
Siamo fermamente convinti che sia questa la strada da seguire, scongiurando al contempo ogni intento di privatizzazione messo in atto dalla Regione siciliana. Ed è quanto ho ribadito anche a lunedì a Catania, dove ho sottolineato la coerenza della nostra soluzione con la situazione attuale che vede tutte le società di gestione degli scali siciliani in mano pubblica e l’importanza di operare sul mercato come soggetto unico in grado di promuovere il brand #DestinazioneSicilia nel mondo!
Mercoledì alla Camera è iniziato l’esame del disegno di legge governativo sulla violenza domestica e di genere che abbiamo ribattezzato “Codice Rosso” per la sua portata difensiva nei confronti delle donne e, in generale, nei confronti delle vittime di violenza domestica e di genere.
In particolare il provvedimento prevede delle modifiche al codice di procedura penale volte a velocizzare le procedure di indagine tutelando immediatamente le vittime di alcuni reati specifici, come ad esempio stalking, maltrattamenti e violenza. Reati per i quali abbiamo anche previsto significativi aumenti di pena. Infine, con un emendamento approvato in Commissione, abbiamo introdotto nel nostro ordinamento il reato di sfregio permanente del viso.
L’esame di questo importantissimo disegno di legge continuerà con i voti agli emendamenti, la discussione e il voto finale nella giornata di martedì 2 aprile.
Nella giornata di giovedì, in Senato, è stato approvato anche il disegno di legge sulla legittima difesa. Un provvedimento che allarga le maglie della non punibilità per chi, nei casi di violazione di domicilio, agisce per difendere sé stesso o i propri cari utilizzando un’arma che deve essere, però, legittimamente detenuta.
Nel pomeriggio di giovedì sono stato all’evento organizzato dalla senatrice Loredana Russo dedicato al patrimonio culturale delle vie Francigene di Sicilia.
Un momento molto interessante, che ha ripreso i cammini più importanti nella storia della nostra Isola. Sentieri che non appartengono solo al passato e al presente, ma che possono essere anche il nostro futuro e garantire forte sviluppo un po’ come avvenuto con il cammino di Santiago de Compostela in Spagna.
Un percorso che in Sicilia può innescare un meccanismo virtuoso in grado di generare non solo economia, ma anche di fare recuperare il senso di identità e consapevolezza nei confronti del nostro splendido territorio!