La mia settimana #56

Nel primo pomeriggio di lunedì sono stato in Aula alla Camera per seguire la discussione generale sulla nostra legge di modifica al Codice della Strada in cui abbiamo previsto sanzioni molto severe per tutti quei comportamenti scorretti, come l’uso dello smartphone alla guida, ogni anno causa di tragici incidenti sulle nostre strade. Tante sono anche le misure a tutela della circolazione degli utenti maggiormente vulnerabili ossia delle persone con disabilità, donne in gravidanza, ciclisti e pedoni.

Nel primo pomeriggio di martedì sono stato, insieme al Ministro Fraccaro, in Commissione Affari costituzionali del Senato per seguire le votazioni degli emendamenti alla riforma costituzionale sull’iniziativa legislativa popolare rafforzata. Come sapete, il nostro obiettivo è il potenziamento degli istituti di democrazia diretta. Con questo disegno di legge costituzionale, intendiamo introdurre nel nostro ordinamento il referendum propositivo, che attribuirà a tutti i cittadini un potere diretto nella fase di proposta e formazione delle leggi. Sul testo della riforma abbiamo lavorato molto al fine di intervenire con interventi puntuali e mirati sulla nostra Costituzione per garantire il miglior funzionamento di questo fondamentale strumento di democrazia diretta.

Il Codice Rosso è legge! Questa settimana, abbiamo definitivamente approvato il nostro disegno di legge per la tutela di donne e minori che contrasta fermamente la violenza domestica e di genere! Martedì pomeriggio ho seguito il provvedimento in Aula dai banchi del Governo, mentre il voto definitivo è arrivato nel pomeriggio di mercoledì. Abbiamo previsto procedure di indagine più veloci e pene più severe per i reati di maltrattamenti in famiglia, stalking e violenza sessuale. Nel corso del percorso legislativo nelle due Camere, abbiamo apportato altri importanti miglioramenti introducendo nel nostro ordinamento il reato di sfregio permanente al viso e il cosiddetto “Revenge Porn”: quella pratica umiliante e riprovevole che consiste nella pubblicazione in rete di fotografie o video sessualmente espliciti senza il consenso della persona interessata. Un fenomeno che negli ultimi anni ha causato diverse vittime, spingendole in alcuni casi a gesti estremi come il suicidio, che adesso non resterà più impunito.

Nella giornata di mercoledì, prima della ripresa dei lavori d’Aula ho seguito la seduta della Commissione Finanze riunitasi in sede consultiva per esprimere il parere sui disegni di legge 1387 e 1388 recanti Rendiconto anno 2018 e Assestamento anno 2019. Due disegni di legge economici molto tecnici che rientrano all’interno del naturale ciclo di bilancio contenenti, rispettivamente, il rendiconto dell’esercizio precedente (con il giudizio della Corte dei Conti) e le variazioni compensative tra le varie dotazioni finanziarie.

Giovedì in Aula in Senato abbiamo votato il nostro disegno di legge n. 763 che prosegue lo smantellamento della legge “107”, la cosiddetta “Buona scuola” del governo Renzi, abolendo la chiamata diretta dei docenti e gli ambiti territoriali. La chiamata diretta, introdotta dalla disastrosa riforma renziana, aveva assegnato maggiori poteri ai dirigenti scolastici che potevano scegliere direttamente gli insegnanti, conferendo loro incarichi temporanei e condannandoli, di fatto, alla precarietà. Grazie alla nostra legge, tutti i docenti saranno nuovamente titolari su scuola e non più soggetti a contratti triennali nell’ambito territoriale.

Sempre nel corso della giornata di giovedì abbiamo approvato all’unanimità il disegno di legge di maggioranza n. 1401 che proroga il termine dell’obbligo della patente nautica per condurre imbarcazioni con motore di cilindrata superiore a 750 cc, a iniezione, a due tempi. Con questo obbligo il precedente governo aveva imposto a tutti i proprietari di piccole e piccolissime imbarcazioni con motore fuori bordo il conseguimento della patente nautica, spiazzando centinaia di aziende operanti nel settore turistico che avevano acquistato motori della stessa tipologia al fine di utilizzarli per la locazione di piccole unità.

La prossima sarà un’altra importante settimana: in Commissione voteremo gli emendamenti sulla nostra riforma sul referendum propositivo, mentre proseguirà in Aula l’iter di conversione dei decreti legge del nostro Governo. Seguitemi!