La mia settimana #58

Dopo il consueto inizio di settimana dedicato alla programmazione e all’organizzazione dei lavori parlamentari, martedì pomeriggio sono stato in Aula in Senato per l’esame e l’approvazione della Legge di delegazione europea 2018. Si tratta di un importante strumento legislativo necessario per l’adeguamento dell’ordinamento interno all’ordinamento europeo. Il disegno di legge prevede, infatti, l’attuazione tramite deleghe di numerose direttive e l’adeguamento alle disposizioni delle decisioni e dei regolamenti. Tra le novità normative più importanti: l’istituzione della procura europea, il miglioramento della procedura per il recupero dei crediti civili e commerciali tra Paesi dell’Unione, misure su alimenti e mangimi per il benessere degli animali e delle piante e un importantepacchetto sull’economia circolare e sul sistema di smaltimento dei rifiuti in discarica. Su quest’ultimo punto viene stabilito che dal 2030 non saranno più ammessi in discarica rifiuti riciclabili, e che entro il 2035, sarà ammesso in discarica soltanto il 10% del totale dei rifiuti urbani prodotti. Inoltre, in Commissione siamo riusciti ad introdurre un importante emendamento sull’end of waste: diamo nuova vita ai rifiuti favorendo il riciclo anche incentivando pratiche di compostaggio domestico.

Sempre nella giornata di martedì, ho ricevuto al Ministero la piacevole visita del Sindaco di Castelvetrano, Enzo Alfano. Un Comune da pochi mesi amministrato dal MoVimento 5 Stelle, che nel 2017 è stato sciolto per mafia e sottoposto all’amministrazione straordinaria di tre commissari prefettizi che lo scorso 15 febbraio ne hanno dichiarato il dissesto finanziario. Sin dal primo giorno del suo mandato, Enzo ha colto questa grande sfida che sta portando avanti con dedizione, serietà e competenza. Noi saremo al suo fianco e continueremo a prestare le dovute attenzioni.

Mercoledì mattina in Senato ho partecipato ai lavori della Conferenza dei Capigruppo che si è occupata di riorganizzare il calendario dell’Aula nei giorni che precedono la sospensione estiva, mentre nel pomeriggio e fino a tarda serata ho seguito i lavori d’Aula riguardanti il seguito dell’esame e della votazione dei documenti licenziati dalla Giunta per le elezioni e le immunità in tema di verifica dei poteri. Ci siamo occupati anche della questione del seggio non assegnato nella Regione Sicilia per insufficienza dei candidati del MoVimento 5 Stelle rispetto ai seggi ottenuti dalla lista.

Nella giornata di giovedì sono stato in Aula per seguire e votare il disegno di legge n. 1264 con il quale abbiamo previsto l’introduzione dell’educazione civica tra le materie di insegnamento scolastico. Una legge portata avanti di pari passo con la riforma costituzionale sul referendum propositivo, nella più ampia visione di coinvolgere sempre più i cittadini nella vita politica del nostro Paese. Con l’insegnamento dell’educazione civica sin dal primo ciclo di istruzione e già dal prossimo anno scolastico, puntiamo a formare i nostri giovani alla cittadinanza attiva e responsabile, fornendo loro gli strumenti necessari per maturare una coscienza critica fondata sui valori costituzionali.

Anche alla Camera è stata una settimana molto produttiva. Tra i disegni di legge più importanti approvati, in particolare, il disegno di legge sull’installazione di defibrillatori anche al di fuori dagli ospedali. Scuole di ogni ordine e grado, università, e, in generale, tutte le pubbliche amministrazioni saranno dotate di defibrillatori automatici e semiautomatici e di personale adeguatamente formato per il loro utilizzo. Una norma importantissima volta a diffondere l’uso di questo strumento in grado di salvare numerose vite umane. Si tratta di un provvedimento che lo scorso autunno avevo “anticipato” promuovendo convintamente l’iniziativa “La tua scuola ci sta a cuore”. Insieme ai senatori Cinzia Leone e Rino Marinello, abbiamo avuto il piacere di donare tre defibrillatori alle scuole “Don Milani” di Palermo, “Dante Alighieri” di Sciacca e “Dante Alighieri” di Valderice. Ci eravamo augurati che la nostra proposta fosse al più presto presa come esempio anche da altri Istituti, e oggi questa legge rappresenta una risposta concreta: presto tutti i luoghi pubblici diventeranno luoghi cardio-protetti!

Nel corso della settimana, sempre alla Camera è stato approvato in prima lettura il disegno di legge costituzionale n. 1826 che prevede l’estensione del voto ai diciottenni anche per l’elezione del Senato della Repubblica. Oggi il requisito di 25 anni di età per eleggere i membri del Senato è previsto dall’articolo 58 della nostra Costituzione: si tratta del più alto limite anagrafico al diritto di elettorato attivo in Europa. Con questa riforma poniamo fine alle distinzioni anagrafiche sul diritto di elettorato attivo e uniformiamo le platee elettorali permettendo a tutti i 18enni di eleggere anche i futuri senatori!

Infine, è arrivato anche il via libera definitivo per l’approvazione del disegno di legge di maggioranza n. 2039 che proroga il termine dell’obbligo della patente nautica per condurre imbarcazioni con motore di cilindrata superiore a 750 cc, a iniezione, a due tempi. Con questo obbligo, il precedente governo aveva imposto a tutti i proprietari di piccole e piccolissime imbarcazioni con motore fuori bordo il conseguimento della patente nautica, spiazzando centinaia di aziende operanti nel settore turistico che avevano acquistato motori della stessa tipologia al fine di utilizzarli per la locazione di piccole unità.