La mia settimana #62

Si conclude un’altra importante settimana. Sono stati dei giorni molto intensi, è stato un susseguirsi di riunioni, incontri, dibattiti, ma tutto il gruppo del MoVimento 5 Stelle ha reagito a questo momento di difficoltà con massima compattezza e unità.

Tutti noi siamo determinati a superare insieme questa fase molto delicata che sta attraversando il nostro Paese, lavorando con ancora più intensità e determinazione.

In questa settimana purtroppo abbiamo ascoltato diversi attacchi e fake news montate ad arte nei confronti di Luigi Di Maio. Il nostro capo politico non si discute, chi attacca lui attacca il MoVimento 5 Stelle e quindi tutti noi. La prova che si trattava di fake news, semmai fosse necessaria, è arrivata nel corso dell’intervento pronunciato da Luigi al termine del secondo giro di consultazioni, dove ha rivelato di avere rinunciato per la seconda volta in 16 mesi a ricoprire una delle più alte cariche del Paese, quella di Presidente del Consiglio, pur di consentire la formazione di un Governo in grado di portare avanti gli interessi dei cittadini. Alla faccia dei poltronari!

Questo secondo giro di consultazioni ha certificato quanto andava maturando nei giorni precedenti, ossia la possibilità di formare una nuova maggioranza parlamentare basata su un preciso progetto di sviluppo del nostro Paese e su dei punti da noi ritenuti assolutamente prioritari. Abbiamo deciso di non fare alcun passo indietro sulla conferma di Giuseppe Conte a Presidente del Consiglio. Una persona straordinaria, dalle rare doti e dalla grande competenza e umanità che in questi mesi ha saputo farsi apprezzare dai cittadini italiani, ma anche dai più autorevoli interlocutori europei e internazionali. Finalmente un presidente di cui andare fieri nel mondo che è riuscito a ridare lustro al nostro Paese.

All’esito delle consultazioni, concluse nella serata di mercoledì, il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha conferito l’incarico al Professore Giuseppe Conte che ha accettato con riserva avviando immediatamente un giro di consultazioni. Al Presidente Conte, venerdì, abbiamo ribadito che il MoVimento 5 Stelle intende continuare con determinazione il percorso di cambiamento avviato portando avanti i propri temi. Luigi Di Maio ha espresso chiaramente il nostro obiettivo, che resta quello di realizzare i punti contenuti nel nostro programma. Provvedimenti attesi per anni da milioni di cittadini, che non siamo riusciti ad attuare a causa della scelta di Salvini di interrompere bruscamente la precedente esperienza di Governo.
A partire dal taglio del numero dei parlamentari (ad un passo dalla definitiva approvazione) e dalla riduzione del cuneo fiscale, fino alla riforma della giustizia e alla legge sul conflitto di interessi.
Riteniamo questi temi fondamentali e non siamo disposti a metterli in discussione.

Giovedì pomeriggio, a Trapani, ho incontrato Portavoce, attivisti e tanti cittadini interessati per fare il punto sulla crisi di governo. Ci siamo riuniti in una piazza, perché dentro la nostra sede c’era molto caldo. È stato un bel pomeriggio e ho potuto raccontare senza filtri né intermediari la “crisi di governo” che il paese sta attraversando.
Ho letto negli occhi della gente la paura di sbagliare, ma il MoVimento è fatto da guerrieri che non si arrendono mai e per questo è difficile sconfiggerli.
Andrà tutto bene, vedrete, torneremo ad avere un governo a servizio delle esigenze dei cittadini. Io ci credo.
In altro i cuori ⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️

Volevo infine condividere con voi una meravigliosa scoperta di questa settimana a Pantelleria. Gli scavi realizzati nell’isola hanno riportato alla luce uno splendido anfiteatro. Una struttura a semicerchio che rappresentava, nell’antichità, un luogo di incontro e confronto a livello politico-amministrativo, una sala consiliare collegata alla zona del foro che testimonia la vita politica attiva dell’isola. La struttura è molto rara per l’ottimo stato di conservazione (una simile è riscontrabile solo a Selinunte) e non è da escludere che ulteriori scavi possano dare luce anche all’altra parte dell’anfiteatro. Nelle vicinanze è stato ritrovato anche uno splendido mosaico di epoca romana. Un patrimonio dal valore inestimabile.

Già nel 2013 ero rimasto colpito dai meravigliosi tesori rinvenuti nell’isola, in particolare da una strada d’epoca romana che collegava la piazza al Santuario, sempre nell’Acropoli di San Marco.
La scoperta di questi giorni conferma il grande ruolo strategico politico ed economico assunto dall’isola di Pantelleria in epoca romana e il rinvenimento di questi inestimabili tesori rimasti nascosti per tanti secoli rende questo luogo sempre più unico al mondo.
L’Acropoli rappresenta un’importante area archeologica e meta di turisti e di tanti studiosi appassionati di archeologia. Compito delle Istituzioni è quello di conservare, valorizzare e promuovere, questo immenso patrimonio artistico e culturale!