La mia settimana #68

Questa è stata la settimana del taglio del numero dei parlamentari! Alla Camera è stata infatti definitivamente approvata la riforma costituzionale con cui abbiamo tagliato 345 poltrone, rendendo il Parlamento più snello ed efficiente e ottenendo un risparmio di oltre 100 milioni di euro all’anno, pari a 1 MILIARDO di euro in due legislature!

Una battaglia, quella della riduzione dei costi della politica, e in particolare, del taglio del numero dei parlamentari, che per decenni tutti i partiti si sono intestati, senza però darvi mai concreta attuazione.

Noi abbiamo sempre dimostrato di rispettare gli impegni presi in campagna elettorale con i cittadini e l’approvazione di questo storico provvedimento ne è la prova ulteriore. È motivo di orgoglio, per me, aver partecipato attivamente all’iter di approvazione di questa epocale riforma nel corso del mio precedente incarico di Sottosegretario ai rapporti con il Parlamento e la democrazia diretta. È stato un procedimento legislativo particolarmente lungo e complesso, soggetto alla doppia deliberazione di entrambi i rami del Parlamento ai sensi dell’articolo 138 della Costituzione, ma adesso possiamo dire che è finalmente realtà!

Martedì ho partecipato alle sedute della 8ª e della 11ª Commissione convocate in sede consultiva per fornire i pareri alla Commissione Bilancio sulla Nota di aggiornamento del Documento di Economia e Finanza 2019. Un provvedimento molto importante che abbiamo discusso e votato in Aula nella giornata di mercoledì, nel quale trova conferma la natura espansiva della prossima manovra di bilancio. Oltre alla sterilizzazione dell’aumento dell’IVA, ci saranno tante altre misure importantissime per la crescita del nostro Paese, come la riduzione della pressione fiscale e il taglio del cuneo fiscale per i lavoratori, il contrasto all’evasione, un nuovo Green new deal contro i cambiamenti climatici e a favore dell’economia circolare, il rafforzamento del Sistema Sanitario Nazionale, il sostegno alle famiglie e il rilancio degli investimenti pubblici che in tema di infrastrutture avverrà tramite il completamento del piano di manutenzione straordinaria di ponti viadotti e gallerie, ma anche con nuovi investimenti pubblici volti a favorire il potenziamento delle infrastrutture e l’innovazione.

Giovedì mattina ho seguito in Commissione le audizioni informali sull’atto del Governo n. 101, recante lo schema di decreto legislativo sottoposto al parere delle Commissioni parlamentari contenente norme integrative e correttive al Codice della nautica da diporto (decreto legislativo 18 luglio 2005, n. 171). Si tratta di un provvedimento importante che apporta interventi correttivi alla disciplina della filiera nautica, un settore che nel nostro Paese vale 11,8 miliardi di euro e conta 180.000 addetti. Tra le varie misure contenute in questo decreto sono previsti numerosi interventi di semplificazione normativa, con una nuova disciplina per alcune realtà economiche emergenti come i droni, la somministrazione di cibo e bevande e l’attività di commercio al dettaglio con unità da diporto e del “noleggio a cabina”; interventi per la sicurezza della navigazione e le patenti nautiche e interventi a sostegno delle persone con disabilità; l’innalzamento a 900 cc del limite di cilindrata per i motori a due tempi a iniezione diretta ai fini dell’obbligo di patente nautica; disposizioni in tema di istruttori professionali di vela scuole nautiche e centri di istruzione della nautica.

Nella giornata di giovedì sono stato in Aula per il voto al disegno di legge n. 702 di ratifica della Convenzione del Consiglio d’Europa sul valore del patrimonio culturale per la società, che mira a promuovere un’ampia comprensione del patrimonio culturale al fine di riconoscere il diritto di ciascun individuo a prendere liberamente parte alla vita culturale della propria comunità.

La prossima settimana proseguirà il lavoro in Commissione Lavori pubblici dove si svolgeranno le ultime audizioni sul disegno di legge n. 727 contenente la delega al Governo per il complessivo riordino e miglioramento delle disposizioni legislative in materia di trasporto aereo, mentre in Aula arriverà l’importante disegno di legge di conversione del decreto sui riders e le crisi aziendali.

Questo fine settimana, nella splendida cornice della Mostra d’Oltremare a Napoli stiamo festeggiando i 10 anni del MoVimento 5 Stelle!
Questa volta non sono riuscirò ad essere presente. In tanti mi avete contattato per dirmi che ci saremmo visti a Napoli.
Nessuna dietrologia, nessun mal di pancia, è semplicemente una storia di vita. A volte capita di non riuscire ad incastrare tutto e questa volta è capitato a me. Mi dispiace moltissimo, Napoli è un luogo magico ed avrei voluto passare questo weekend insieme a voi, ma è andata così. Sarò sempre il “GUERRIERO” che avete conosciuto, ci vedremo presto.
Buon 5 Stelle a tutti!