La mia settimana #69

Si conclude un’altra settimana di lavori in Aula e in Commissione. Martedì ho partecipato alla seduta della Commissione Trasporti nel corso della quale è proseguito il ciclo di audizioni relativo al disegno di disegno di legge n. 727 contenente la delega legislativa al Governo per il riordino delle disposizioni in materia di trasporto aereo.

Sappiamo benissimo che la presenza di una rete di scali aeroportuali efficiente rappresenta una condizione essenziale per la mobilità degli utenti e per lo sviluppo economico del Paese. Questo disegno di legge, che intendiamo approvare nei prossimi mesi, intende intervenire sulla disciplina legislativa del trasporto aereo nazionale, riorganizzando e migliorando un settore in costante crescita che oggi vale il 3,6% del nostro PIL e che per alcune aree del Paese, specialmente nel Sud Italia e nelle regioni insulari, rappresenta spesso l’unico mezzo di trasporto disponibile.

Nel corso delle audizioni svoltesi martedì sono intervenuto chiedendo importanti precisazioni sulle misure che ENAV, a fronte della costante crescita del settore del trasporto aereo, intende sviluppare per garantire standard elevati di sicurezza.

La giornata di mercoledì è stata prevalentemente dedicata ai lavori d’Aula. In mattinata abbiamo discusso e approvato il disegno di legge di ratifica del Trattato sull’adesione della Repubblica di Macedonia del Nord alla NATO. Successivamente si sono svolte le Comunicazioni del Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, che hanno preceduto il Consiglio europeo del 17 e 18 ottobre. Il Presidente Conte ha ribadito l’importanza di questo vertice, il primo dopo la nomina dei nuovi componenti delle istituzioni dell’Unione europea. Tanti i temi: l’economia, con il quadro finanziario pluriennale 2021-2027, gli avvenimenti in Siria e l’impegno dei vari Stati Membri in tema di immigrazione, la Brexit, il contrasto ai cambiamenti climatici tramite il lancio di un green new deal che orienti l’intero sistema produttivo verso uno sviluppo sostenibile. Al termine del dibattito abbiamo votato la proposta di risoluzione di maggioranza che impegna il governo a sostenere e promuovere iniziative volte a ridurre le disuguaglianze tra Stati Membri e tra cittadini europei, e a ottenere un maggiore sostegno da parte dell’Europa sulla crescita, sugli investimenti pubblici, anche ambientali, al di fuori del deficit, sull’occupazione e sulla progressiva riduzione del debito pubblico.

Nel pomeriggio sono proseguiti i lavori delle Commissioni riunite 10ª (Industria, commercio, turismo) e 11ª (Lavoro pubblico e privato, previdenza sociale) sul disegno di legge di conversione del decreto sulla tutela del lavoro e per la risoluzioni di crisi aziendali. Un provvedimento tanto importante quanto complesso, all’interno del quale sono state inserite fondamentali misure per i “riders”, per la stabilizzazione dei lavoratori di ANPAL e per un piano straordinario di assunzioni presso l’INPS, per l’istituzione del fondo per il diritto al lavoro dei disabili, per la risoluzione crisi aziendali nelle aree industriali più complesse del nostro Paese.

Venerdì pomeriggio, al rientro da Roma, ho denunciato l’ennesimo vergognoso sversamento nello specchio di mare antistante il lungomare Dante Alighieri di Trapani.
Siamo stanchi di assistere continuamente a questi episodi in un tratto di mare tra i più belli della Sicilia e dell’Italia intera.
Ci tengo a ringraziare per l’intervento sui luoghi, come da sempre avvenuto ogni volta che ho proceduto a denunciare gli sversamenti, il Comando Provinciale dei Carabinieri di Trapani, il Comando della Capitaneria di Porto e l’Arpa Trapani.
Anche questa volta come negli altri casi è stato denunciato da semplici cittadini e dai consiglieri comunali Francesca Trapani, Chiara Cavallino e Alessandro Barracco, che non si tratta di scarichi di acque piovane. Gli innumerevoli riscontri di laboratorio hanno sempre accertato la presenza di liquami fognari, segnalati da oltre un decennio.
Fino ad oggi però nessuna amministrazione comunale, ha mai messo fine a questo atavico problema.
Io non ci sto, noi del Movimento 5 Stelle ci stiamo e non ci stanno più i tanti cittadini trapanesi. La loro salute viene prima di ogni cosa. Sono rimasto purtroppo basito dall’assenza dell’amministrazione comunale di Trapani, che non si è presentata sul luogo nonostante le diverse chiamate delle forze dell’ordine.
Denuncerò ancora una volta quanto accaduto presso il Comando Provinciale dei Carabinieri di Trapani, con la speranza che chi di dovere, individui i responsabili che continuano a violentare un paradiso terrestre come Trapani.
Il MoVimento 5 Stelle non porgerà più l’altra guancia, siamo disponibili a gesti estremi per difendere il mare dei trapanesi!

Infine, una bella notizia. Mercoledì notte il Consiglio dei Ministri ha ufficialmente approvato la nuova Legge di bilancio! Non è mai stato in discussione, ma adesso è ufficiale: l’Iva non aumenterà e Quota100 sarà confermata! Sarà una manovra espansiva, con tante importanti misure per la crescita economica attraverso l’incremento degli investimenti pubblici, il taglio del cuneo fiscale, il contrasto all’evasione e numerosi interventi per le famiglie, per il contrasto delle disuguaglianze e per una maggiore efficienza della pubblica amministrazione e tanto altro!