La mia settimana #70

Questa settimana è stata prevalentemente dedicata ai lavori d’Aula.

Nelle giornate di martedì e mercoledì, infatti, è stato discusso e approvato in Aula il disegno di legge di conversione del decreto sulla tutela del lavoro e per la risoluzioni di crisi aziendali. Un provvedimento molto importante e particolarmente complesso, all’interno del quale per la prima volta, sono garantiti diritti e tutele a una categoria di lavoratori, quella dei “riders”, in costante crescita negli ultimi anni grazie alla grande diffusione dei servizi di cibo a domicilio. Categoria in passato ignorata dalla normativa nazionale e costretta a lavorare in assenza dei diritti essenziali.

Ma il disegno di legge approvato prevede anche altre importanti misure come la stabilizzazione del personale di ANPAL (Agenzia Nazionale per le Politiche Attive del Lavoro); un piano straordinario di assunzioni presso l’INPS; numerose semplificazioni amministrative; l’incremento delle dotazioni a favore del fondo per il diritto al lavoro dei disabili e a favore del fondo per i trattamenti straordinari di integrazione salariale per riorganizzazioni e crisi aziendali e avere un’innovazione legislativa epocale sull’end of waste, ossia sulla cessazione della qualifica di rifiuto tramite la promozione di processi di recupero che permettano la creazione di nuovi prodotti, nell’ottica dell’economia circolare e di uno sviluppo pienamente sostenibile.
In particolare, la disciplina approvata grazie ad un nostro emendamento prevede agevolazioni e semplificazioni per le imprese che investono nel riciclo e nella trasformazione dei rifiuti in prodotti o materie prime seconde; un sistema di controllo e monitoraggio affidato all’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (ISPRA), per la verifica della corrispondenza delle autorizzazioni ai suddetti requisiti, ma anche per un controllo sulle modalità operative e gestionali dell’impianto; la creazione di una task force presso il Ministero dell’ambiente dedicata in via esclusiva all’end of waste.

Nel pomeriggio di mercoledì ho partecipato alla seduta della 8ª Commissione, dove sono stati trattati diversi importanti provvedimenti. La Commissione si è occupata dell’esame in sede redigente del disegno di legge n. 1105 che impone alle compagnie telefoniche di rendere più trasparente e di facile comprensione le offerte tariffarie, i prezzi e gli eventuali costi aggiuntivi del servizio.

Nel corso della seduta, la Commissione, riunita in sede consultiva, ha esaminato diversi provvedimenti. Tra questi il decreto clima, tuttora all’esame della Commissione Ambiente che contiene importanti misure volte al contrasto ai cambiamenti climatici e al miglioramento della qualità dell’aria, incentivi per la mobilità sostenibile e per l’acquisto di prodotti sfusi o “alla spina”.

Mentre gli altri provvedimenti esaminati riguardavano lo schema di decreto legislativo contenente disposizioni per il riordino dei ruoli e delle carriere del personale delle Forze armate e il contratto di programma 2020-2024 tra il Ministero dello sviluppo economico e la società Poste Italiane, che disciplina le modalità di erogazione del servizio postale, gli obblighi e i servizi offerti da tale società a cittadini, imprese e pubbliche amministrazioni.

L’esame in Commissione di questi importanti provvedimenti proseguirà la prossima settimana, mentre in Aula discuteremo e voteremo il disegno di legge sull’istituzione di una Commissione parlamentare di inchiesta sulla sicurezza e sullo sfruttamento del lavoro, le mozioni sull’istituzione di una commissione parlamentare per il contrasto dei fenomeni di razzismo e istigazione all’odio e alla violenza e il decreto legge sul riordino delle competenze di alcuni ministeri. Seguiteci!