La mia settimana #73

Oggi si chiude un’altra settimana parlamentare.

Martedì in 8ª Commissione – Lavori pubblici è stato esaminato il disegno di legge di Bilancio. Si tratta di uno dei provvedimenti più importanti che ci consentirà di continuare a dare attuazione al programma del MoVimento 5 Stelle.

Lo avevamo promesso: questa sarà una manovra dedicata alle famiglie, ai lavoratori, alle imprese, alla green economy.

Già nel testo originario, che sarà ulteriormente migliorato nel corso dell’iter di approvazione parlamentare, trovano spazio rilevanti misure come: il blocco dell’aumento IVA; la riduzione del cuneo fiscale e del costo delle tariffe INAIL; incentivi per le imprese che assumono lavoratori a tempo indeterminato; l’istituzione di un bonus fiscale per chi effettua pagamenti elettronici; un Fondo dedicato agli investimenti in tutti i comuni d’Italia; lo stop al “superticket” sanitario; un piano welfare per le famiglie che prevede anche il raddoppio del bonus asili nido, l’aumento del bonus bebè e l’aumento dei giorni per il congedo parentale; un Fondo destinato a realizzare il Green new deal, a sostegno di progetti che abbiano come obiettivo la decarbonizzazione, l’economia circolare, la rigenerazione urbana, il turismo sostenibile, la mitigazione dei rischi sul territorio derivanti dai cambiamenti climatici e, in generale, tutti i programmi di investimento e i progetti innovativi ad elevata sostenibilità ambientale.

L’esame si è concluso con il rapporto favorevole della Commissione Lavori pubblici per le parti di propria competenza.

La seduta pomeridiana di Commissione è stata invece dedicata alla conclusione dell’esame dell’atto del Governo contenente lo schema di contratto di programma 2020-2024 tra il Ministero dello sviluppo economico e la società Poste Italiane. Un documento che disciplina le modalità di erogazione del servizio postale a cittadini, imprese e pubbliche amministrazioni per i prossimi anni. Grazie al rinnovo di tale contratto, la società Poste Italiane S.p.A. si impegna ad adottare iniziative a sostegno della trasformazione digitale dei servizi, agevolando i clienti che si trovano in una situazione di divario digitale e ad assumere importanti funzioni di supporto amministrativo con la consegna di documenti in passato rilasciati solo da alcune pubbliche amministrazioni, come carte di identità, patenti, passaporti e certificati elettorali. La Commissione ha espresso parere favorevole allo Schema di contratto, sottolineando la necessità di un impegno del Governo a dare autonomo rilievo agli impegni ulteriori rispetto al servizio postale universale, per garantire i servizi ai cittadini, alle imprese e alle pubbliche amministrazioni che Poste Italiane potrà offrire può offrire, avvalendosi della sua rete e delle sue infrastrutture tecnologiche e ad evitare la chiusura di uffici postali in località particolarmente svantaggiate, dove sempre più spesso assumono anche un’importante funzione sociale.

Nella giornata di martedì si è poi svolta la Conferenza dei Capigruppo che ha programmato i lavori d’Aula delle prossime settimane.

Il resto della settimana corrente è stato dedicato all’esame in Commissione della Legge di Bilancio che arriverà in Aula a inizio dicembre per poi passare alla Camera dei Deputati per la definitiva approvazione entro la fine dell’anno.

La prossima settimana sarà invece dedicata all’approvazione dei documenti finanziari, rispettivamente il Rendiconto 2018 e il bilancio interno del Senato per il 2019 e all’approvazione del decreto clima che rappresenta il primo passo verso i grandi investimenti contenuti all’interno della Legge di Bilancio.
Con questo provvedimento è prevista: l’introduzione del bonus mobilità per le rottamazioni di vecchi veicoli nei comuni che superano i limiti di emissioni inquinanti; l’istituzione di un fondo per il finanziamento dei progetti di creazione, prolungamento, ammodernamento di corsie preferenziali di trasporto pubblico locale; uno stanziamento di fondi dedicato ai comuni con l’aria più inquinata che realizzano o migliorano il trasporto scolastico dei bambini della scuola dell’infanzia statale e comunale con mezzi di trasporto ibridi elettrici; numerose risorse volte a finanziare un programma sperimentale di riforestazione e l’istituzione di un fondo per finanziare tutti gli esercenti che attrezzano spazi dedicati alla vendita di prodotti sfusi o alla spina, sia alimentari che detergenti.