La mia settimana #75

La settimana appena conclusa è stata dedicata ai lavori delle Commissioni.

Siamo, infatti, nel pieno della sessione di Bilancio: la fase legislativa in cui le attività delle Commissioni e dell’Assemblea sono dedicate prevalentemente all’approvazione della nuova Manovra economica.

La Legge di Bilancio rappresenta uno dei provvedimenti più importanti per continuare a dare concreta attuazione al nostro programma di Governo.
Con la legge di bilancio per il 2019, lo scorso anno, siamo riusciti a finanziare per la prima volta alcune misure straordinarie come Quota 100 e Reddito di Cittadinanza! La manovra di quest’anno rappresenta un ulteriore tassello per gli investimenti nelle nostre infrastrutture e nell’economia sostenibile, ma sarà anche una manovra per le famiglie, i lavoratori e le imprese.

Già nel testo originario, che sarà ulteriormente migliorato in questo primo passaggio in Senato, sono state previste importanti misure come il blocco dell’aumento IVA; la riduzione del cuneo fiscale, del costo delle tariffe INAIL e numerosi incentivi per le imprese che assumono a tempo indeterminato; l’istituzione di un bonus fiscale per i pagamenti elettronici; lo stop al “superticket” sanitario; un piano welfare per le famiglie; importanti risorse destinate a realizzare un nuovo Green new deal.

Nella giornata di mercoledì in 8ª Commissione, Lavori pubblici abbiamo ascoltato le audizioni informali sullo stato di avanzamento delle attività relative alla realizzazione del Mo.S.E. l’opera ingegneristica che dovrà proteggere la laguna di Venezia dall’alta marea. La realizzazione dell’opera è stata avviata nel 2003. Dal bilancio 2018 del Consorzio, si accerta che l’avanzamento dei lavori ed altri interventi al 31 dicembre 2018 risulta pari al 94% con un costo di circa 5 miliardi e mezzo. I dubbi sull’opera sono ancora tanti, come i processi in corso e le responsabilità da accertare. Il Governo ha stanziato gli ultimi 325 milioni di euro per arrivare nel tempo più rapido possibile al completamento dei lavori, entro il 31 dicembre 2021.

Nel pomeriggio, invece, è intervenuto in Commissione il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli, che ha esposto le linee programmatiche del suo Dicastero. Abbiamo accolto positivamente la sua volontà di proseguire con continuità il grande e complesso lavoro svolto nell’ultimo anno e mezzo. Resteranno, quindi, al centro dell’agenda politica del Ministero alcuni temi fondamentali come lo sviluppo della mobilità sostenibile e della smart mobility; il miglioramento della sicurezza di chi si sposta; gli incentivi alla mobilità pubblica in luogo di quella privata; il continuo e costante monitoraggio e manutenzione delle opere infrastrutturali; la revisione delle concessioni autostradali.

Ho voluto porre all’attenzione del Ministro il processo di privatizzazione avviato dalla SAC – Società di gestione dell’aeroporto di Catania. Abbiamo da tempo denunciato i rischi legati alla privatizzazione degli scali aeroportuali siciliani, e le notizie degli ultimi giorni che riguardano la privatizzazione della SAC rappresentano un fatto molto grave che metterebbe a rischio il diritto alla mobilità di tutti i siciliani.
Il Ministro ha rivelato che il suo Dicastero non è stato ancora informato di tale procedura, e ha evidenziato che sta per concludersi l’indagine conoscitiva dell’Autorità di regolazione dei trasporti (ART), necessaria per procedere alla complessiva revisione delle concessioni aeroportuali.

VIDEO

Venerdì sera ho avuto il piacere di partecipare all’incontro tenutosi presso l’Associazione Italiana Arbitri Sezione di Trapani di cui sono tesserato.
Abbiamo ascoltato le esperienze di molti giovani agli esordi della loro attività arbitrale e affrontato il tema della violenza contro gli arbitri. Tema sul quale, circa un anno fa, mi ero confrontato con il presidente Nazionale AIA, Marcello Nicchi, incontrato nel corso del mio incarico di sottosegretario per i rapporti con il Parlamento. Al termine dell’incontro ho relazionato sulle iniziative legislative concluse riguardanti l’ambito sportivo. Non ultima il disegno di legge governativo volto a razionalizzare e riorganizzare il sistema sportivo italiano, che riconosce la centralità di questa pratica come strumento di benessere psicofisico, di inclusione e aggregazione.

Sabato pomeriggio, invece, ho partecipato all’evento “Codice Rosso” – Fermare la violenza sulle donne per tornare a vivere” organizzato dal MoVimento 5 Stelle di Trapani. Come sapete, il 25 novembre si è celebra la giornata contro la violenza sulle donne. Un tema che abbiamo deciso di affrontare con la massima determinazione. Infatti, lo scorso 17 luglio abbiamo approvato in via definitiva la Legge Codice Rosso. Un provvedimento importantissimo per contrastare tutte le forme di violenza o abuso domestico. Grazie a questa legge, le vittime di violenze saranno ascoltate immediatamente dopo aver denunciato e le indagini saranno molto più veloci ed efficaci. Inoltre, abbiamo garantito la certezza della pena per chi commette questi vili reati, introdotto il reato di sfregio permanente al viso e di revenge porn e aggravato le pene dei reati a sfondo sessuale. Una legge necessaria, per permettere a tutte le donne di essere #LiberediVivere.

Questa mattina siamo stati a Erice in località S. Ippolito per l’iniziativa #AlberiperilFuturo. Si tratta del progetto promosso dal MoVimento 5 Stelle che sin dal 2015 coinvolge più di 170 comuni italiani e tantissimi cittadini, attivisti e portavoce in occasione della Giornata Nazionale degli Alberi. È stata una giornata dedicata all’ambiente e al nostro territorio. Ogni albero è un dono per il nostro Pianeta. Un albero assorbe circa 15 kg di CO2 e produce ossigeno per 2,5 esseri umani, assorbe e blocca le polveri sottili, incamera ozono e migliora il microclima. La riforestazione è un processo necessario ed essenziale per tutti noi e per le future generazioni, anche per il contrasto dell’innalzamento delle temperature e per prevenire il consumo del suolo.

FOTO EVENTO

La prossima sarà una settimana molto impegnativa, in Aula discuteremo e voteremo la Legge di Bilancio. Vi terrò aggiornati!