La mia settimana #82

Si conclude oggi un’altra settimana di lavoro parlamentare, con tante novità.

Come sapete, mercoledì sera Luigi Di Maio ha deciso di rimettere il suo mandato di capo politico del MoVimento 5 Stelle. Dobbiamo essergli grati per l’immenso lavoro svolto e per avere sempre portato in alto, con lealtà e onestà, le idee del MoVimento.
In questi anni abbiamo ottenuto risultati importantissimi. Siamo riusciti a diventare la prima forza politica del nostro Paese, approvando ben 40 provvedimenti del nostro programma nei primi 20 mesi al Governo. A Luigi va tutto il nostro ringraziamento per esserci sempre stato, con il cuore e con l’anima, assumendosi sempre grosse responsabilità e facendo spesso da scudo per proteggere l’intero MoVimento.

Contestualmente faccio il mio augurio di buon lavoro a Vito Crimi, certo che saprà mostrarsi all’altezza anche di questa nuova importante sfida.

La settimana parlamentare è stata dedicata prevalentemente all’esame in Commissione Lavori pubblici, del decreto Alitalia, già approvato in prima lettura dalla Camera dei Deputati.

Il provvedimento prevede un immediato stanziamento di fondi, necessario per garantire la continuità operativa della compagnia di bandiera, un patrimonio del nostro Paese da salvaguardare e un termine di 6 mesi a disposizione della struttura commissariale per risanare e rilanciare Alitalia sul mercato.

Si tratta di un obiettivo ambizioso, ma in cui crediamo fermamente e per il quale sussistono, oggi, tutte le condizioni necessarie: un immenso patrimonio societario da valorizzare e l’impegno costante del Governo e della maggioranza ad andare avanti in questa direzione con l’intento di intervenire in modo strutturale su un settore, quello del trasporto aereo, in costante e continua crescita.

L’esame del provvedimento, che si è svolto in Commissione nelle giornate di martedì e mercoledì ed è stato arricchito dai preziosi contributi di diversi soggetti ascoltati in audizione, tra tutti il Commissario straordinario di Alitalia, Leogrande, e il Ministro Stefano Patuanelli, proseguirà la prossima settimana fino alla definitiva approvazione in Aula.

Si tratta di un primo passo, ma non ci fermeremo. In tema di trasporto aereo possiamo e dobbiamo tanto. Anche questa settimana abbiamo lavorato molto sul disegno di legge delega in materia di riordino del settore del Trasporto Aereo. Una legge che rappresenterà un altro tassello fondamentale per lo sviluppo uniforme di questo settore strategico essenziale per la crescita di tutto il nostro Paese.

Venerdì mattina, insieme ai deputati Antonio Lombardo e Vita Martinciglio e ai consiglieri comunali di Trapani ed Erice, ho incontrato il Comandante di reparto dell’istituto penitenziario trapanese “Pietro Cerulli”.
E’ stato un lungo e proficuo colloquio che ci ha permesso di entrare nel merito di molte problematiche, tra tutte la carenza di personale in servizio che non permette la corretta gestione dei turni degli agenti.
Nel corso della visita ispettiva dell’istituto circondariale abbiamo anche riscontrato la necessità di interventi volti a migliorare le condizioni impiantistiche e strutturali dell’istituto, specie nella sezione “Mediterraneo”. Tutti dati importanti che porteremo a conoscenza del Ministro Bonafede.

Per tutti noi è stata l’ennesima toccante esperienza all’interno di un mondo fatto di storie di vita, che spesso dall’esterno non riusciamo a cogliere. Il mio costante ringraziamento va a tutti coloro che ogni giorno in silenzio sono chiamati in prima linea a gestire la vita dei detenuti.