Il M5s chiede che siano resi noti i nomi dei candidati nelle liste per le quali si stanno raccogliendo le firme

legge-elettorale-consentita-raccolta-digitale-firme-listeLa lista unica del M5s misura di lealtà e trasparenza nei confronti dei cittadini elettori. Un avviso di prudenza per i trapanesi: ponete attenzione quando vi si chiede di firmare per la presentazione di liste.

La politica del passato si mimetizza sotto le insegne di un finto civismo e all’ombra di liste civiche per le quali in queste ore si stanno raccogliendo le firme. In funzione della misura demografica del capoluogo bisogna raccogliere, per ciascuna lista civica, da un minimo di 400 a un massimo di 1500 firme. Il Movimento 5 Stelle si pone alcune domande e le vuole condividere con gli elettori trapanesi e con quanti sono preposti a vigilare sul corretto andamento delle procedure di formazione delle liste, che prelude alla legittima e corretta raccolta del consenso. Per esser chiari: da un lato c’è il M5s, rappresentato in Parlamento, con il candidato sindaco Giuseppe Mazzonello, che ha già pronta la nostra lista che non necessita delle firme. Dall’altro lato il candidato Giuseppe Bologna che ha già pubblicamente raccolto le sue 500 firme circa, nel suo comitato, ed ha accettato la proposta del M5s del confronto politico elettorale con una lista unica e poi altri tre candidati per i quali si profila la formazione di almeno altre dieci liste civiche, ma forse le liste civiche potrebbero essere di più. Se si considera che per ogni lista dovrebbero essere raccolte circa 500 firme, a conti fatti in questi giorni verranno coinvolti nella raccolta firme non meno di 5.000 elettori trapanesi. Il M5s tutte queste file di cittadini che corrono a firmare presso il segretario comunale e nei comitati elettorali non li vede. Dunque ci chiediamo: chi vigila sulla regolarità della raccolta delle firme? Chi vigila che in ogni foglio di raccolta firme i trapanesi sottoscrivano l’elenco dei candidati ove siano rassegnati di questi: nome, cognome, luogo e data di nascita in contestuale presenza del simbolo della lista che deve preesistere sul foglio di raccolta? Si sta rispettando l’indicazione della norma perché «ogni sottoscrittore prenda conoscenza della lista dei candidati» e affinché, sempre per citare la norma «l’autenticazione delle firme deve avvenire in un unico contesto documentale»? Ci paiono domande legittime e auspichiamo che siano messi sull’avviso i cittadini elettori e sottoscrittori delle liste che possono firmare per la presentazione di una sola e unica lista, prevedendosi sanzioni per quanti dovessero, anche erroneamente e inconsapevolmente, apporre più firme su più liste. Questa la lista completa dei 24 candidati al Consiglio Comunale di Trapani del M5S: Fabrizio Badalucco, Maria Barraco, Mauro Benivegna, Adriana Bianco, Chiara Cavallino, Sergio Cernigliaro, Sebastiano Coppola, Gaspare D’Antone, Vincenza Di Bella, Astrid Di Pasquale, Davide Gabriele, Marina Giustiniano, Katia Grimaudo, Mary Guaiana, Alessio Lipari, Nicolò Luppino, Marcello Maltese, Giuseppe Mazzonello, Giuseppe Messina, Giusy Messina, Teresa Quattrosi, Tommaso Telami, Giovanna Tranchida e Francesca Trapani. Ora chiediamo a tutti gli altri candidati a sindaco di render noti i nomi dei candidati nelle loro liste prima della raccolta delle firme. «Firmare per la presentazione di una lista di candidati al consiglio comunale che deve misurarsi in una competizione elettorale – afferma il candidato sindaco M5s per Trapani, Giuseppe Mazzonello – è un grande esercizio di democrazia. È esprimere il proprio consenso alla partecipazione di altri cittadini, è offrire un’altra possibilità di scelta per gli elettori e di confronto tra tutti i competitori. La firma è un valore; per questa ragione rivolgiamo appello ai trapanesi perché pongano attenzione: che siano firme convinte e, soprattutto, che siano validamente espresse e raccolte come prevede la legge in maniera contestuale all’elenco dei candidati e innanzi un pubblico ufficiale che apponendo timbro e firma valida ogni espressione di volontà dei cittadini sottoscrittori».

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *