Ancora sul co-marketing. Dichiarazione del Portavoce Santangelo

A Trapani hanno inventato un nuovo sport si chiama Co-Marchetting. Da una parte pezzi del governo regionale, candidati sindaci a capo di carrozzoni politici, avventurieri, management aeroportuali per tutte le stagioni e editori televisivi ammiccanti, e dall’altro attivisti, professionisti, portavoce del MoVimento 5 Stelle.

Chiamiamole squadre A e B. La squadra A è intenta a sfornare una bugia nuova al giorno per coprire la precedente; la squadra B é impegnata a scoprirle.

Tranchida pensa di chiudere la campagna elettorale sulle questioni dell’aeroporto e del co-marketing, che è stato giudicato illegale dal TAR, forse perché crede che la cosa gli porterà qualche voto in più, mentre il M5S continua a preferire il racconto della verità per non alimentare speranze vane che diventeranno delusioni.

Voglio ribadire, con la massima pacatezza possibile alcuni punti:

1° Tranchida dovrebbe spiegare soprattutto l’assenza del Comune di Erice dall’accordo di Co-marketing. Erice è assente oggi dal comarketing! Se uno crede in un progetto, ci mette per primo i soldi. Qui abbiamo qualcuno che non ci mette i soldi ma che invita gli altri a farlo, confidando che nella confusione generale nessuno se ne accorga.

2° i comuni firmatari sono 11 e non 13 come invece detto nel suo comunicato (Marsala, Alcamo, Buseto Palizzolo, Calatafimi-Segesta, Campobello, Castellammare, Custonaci, Favignana, Paceco, Salemi e Valderice)

3° Tranchida ha avuto ampia occasione per confrontarsi sul tema aeroporto – comarketing – Airgest due giorni prima della firma di questo nuovo accordo di co-marketing, ma si è sottratto. Ha atteso la firma in pompa magna a Birgi di questa ennesima presa in giro, infatti, il bando ancora non c’è, come i suoi alleati avevano promesso.

4° Nessun cenno sul tema ancor più scottante del dissesto dell’Airgest e della necessità di salvare la società utilizzando la piattaforma di regole suggerita dal M5S. Ci chiediamo perché con la richiesta alla Regione di aiuti di stato fino al 2024 da sottoporre all’autorizzazione UE per il risanamento della società.

Di tutto questo Tranchida era stato invitato a discutere, ma ha preferito non dire la sua e adesso accodarsi a questa convenzione sul nuovo co-marketing che rischia di replicare un meccanismo che dal Marzo 2017 ha messo in ginocchio l’Airgest con errori vari e consegnato il nostro aeroporto al cannibalismo a cura di Punta Raisi.

Chiediamo ai trapanesi: affidereste la gestione del comune di trapani a un “amministratore di esperienza”:

– che ha celato fatti di tale importanza?

– che proprone di ripercorrere la procedura illegale del co-marketing?

– che non si preoccupa di verificare se Airgest è oggi solvibile, tenuto conto che si affiderebbero con il bando 17 milioni della collettività?

Domenica scopriremo quanti tifosi ha la squadra che gioca al “Marchetting”.

Ma in questo sport possono scendere in campo anche i cittadini, con il loro voto.

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *