”Rilancio di Airgest. Subito il piano di risanamento.”

”Rilancio di Airgest. Subito il piano di risanamento all’Autorità di Regolazione dei Trasporti e un piano di aiuti.”

Con spirito costruttivo ho scritto oggi al Presidente Musumeci affrontando la questione di Birgi che ormai assume connotati preoccupanti, dal momento che occorre scongiurarne la chiusura.
E’ stato affermato durante la riunione di sabato scorso a Palazzo d’Orleans che Airgest non può più essere ricapitalizzata. Se ciò fosse vero, il destino della società sarebbe segnato.
Ho dunque segnalato al Presidente Musumeci che la cosa più importante in questo momento è redigere tempestivamente ed inoltrare all’Autorità di Regolazione dei Trasporti (ART) il piano di risanamento previsto dall’articolo 14, comma 5, del Decreto Legislativo 175/2016.

L’approvazione di questo piano da parte dell’Autorità di settore è la condizione imprescindibile per la ricapitalizzazione di Airgest che, al contrario di altre società partecipate, può essere ricapitalizzata in quanto gestisce un servizio di interesse generale.
Venire fuori da questo equivoco oggi è fondamentale. Airgest non può essere considerata una partecipazione da dismettere alla stregua di società che non rivestono interesse strategico.

E questo interesse strategico la Regione lo deve dichiarare annullando di fatto il percorso avviato in precedenza dal governo Crocetta e dunque scegliendo anche la strada da percorrere nel quadro degli orientamenti e dei regolamenti comunitari che prevedono la possibilità che la regione conceda ad Airgest aiuti al funzionamento oppure aiuti per il salvataggio e la ristrutturazione.


E’ il momento di trovare soluzioni giuridiche e tecniche appropriate ad una situazione che è degenerata ed oggi si presenta molto critica. Come abbiamo preannunciato agevoleremo l’approfondimento di queste e di altre soluzioni con l’aiuto dei Ministeri competenti.